VIVERE IN MODO ECOSOSTENIBILE

Cosa significa vivere in modo sostenibile? Quali sono i piccoli gesti che possiamo fare nella quotidianità per dare il nostro contributo positivo? E quali sono i benefici che ne ricaviamo?Come impariamo a prendere le scelte più giuste per noi e per l’ambiente?

Vivere in modo ecosostenibile equivale ad adottare uno stile di vita che possiamo definire consapevole. Una consapevolezza che va a favore di noi stessi, del nostro benessere ma anche del benessere popolazione, della natura e dell’ambiente che ci circonda e di quello della stessa terra che ci ospita e che noi chiamiamo casa.

Negli ultimi anni se ne sente parlare molto, siamo circondati da messaggi che invitano ad acquisire un nuovo stile Green, tanto che oramai sembra essere diventata una vara e propria moda. Ma dopo una lunga riflessione mi sento di porre una domanda: chi si impegna veramente?

Vivere in modo ecosostenibile è un impegno. Un impegno che parte dalle piccole azioni quotidiane, dalle scelte che prendiamo tutti i giorni. Un impegno che ci porta a riflettere, ad abbandonare la superficialità e ad imparare ad agire con consapevolezza. Vivere in modo ecosostenibile vuol dire avere cura, una cura che parte da dentro di noi e si estende all’intera comunità. Vuol dire avere amore per noi stessi, averlo verso il prossimo e verso l’ambiente e nei confronti delle generazioni future. Vivere in modo ecosostenibile vuol dire imparare a riconoscersi responsabili in ogni piccola e grande scelta della vita ed imparare a riconoscere che per ogni effetto negativo prodotto a questo mondo, abbiamo la nostra percentuale di responsabilità.

IL BENESSERE PERSONALE PORTA AL BENESSERE COLLETTIVO, IL BENESSERE COLLETTIVO PORTA AL BENESSERE PERSONALE

Ora vediamo insieme quali solo le piccole scelte da poter fare per portare il nostro contributo al benessere della terra e dell’intera umanità:

Quello che acquistiamo e consumiamo e uno dei principali fattori su cui bisogna acquisire maggiore sensibilità e consapevolezza.

Comprare solo frutta e verdura di stagione ha diversi vantaggi tra cui avere un sapore migliore, un costo ridotto e contenere le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno in quel determinato periodo dell’anno. I prodotti fuori stagione sono meno sostenibili perchè provengono dalla produzione in serra o da posti molto lontani e di conseguenza hanno bisogno di molta energia o carburante per arrivare alla nostra tavola.

Comprare cibo del territorio o a km 0 assicura la freschezza dell’alimento e l’assenza di fattori inquinanti dovuti al trasporto. Inoltre il costo è nettamente inferiore ed il suo acquisto sostiene i produttori, gli agricoltori e le piccole aziende locali. Il consiglio è quello di acquistare prodotti direttamente dai produttori o provenienti dalla filiera corta o attraverso gruppi di acquisto ecosolidale.

Comprare frutta e verdura biologiche per compiere una scelta a favore dell’ambiente della propria salute. Le certificazioni biologiche assicurano l’assenza di fertilizzanti chimici in agricoltura e di ormoni e antibiotici negli allevamenti. Questa accortezza ha come effetto la riduzione dell’inquinamento dei terreni, dei corsi d’acqua e di quello della catena alimentare. Banalmente un prodotto biologico non contiene sostanze inquinanti che possono, alla lunga, danneggiare la nostra salute e l’ambiente.

Non acquistare nessun prodotto venduto con l’ imballaggio per non alimentare inquinamento e consumo di energia necessario alla loro produzione e smaltimento. Inoltre l’imballaggio di plastica aumenta notevolmente il costo. Il mio consiglio è di acquistare direttamente dai produttori, nei mercati rionali, nei gruppi di acquisto solidali chiamati GAS.

Scegliere detersivi ecologici venduti in contenitori eco o ancora meglio sfusi da un grandissimo contributo alla salvaguardia del pianeta. Inoltre esistono moltissime ricette per produrre in casa tutti i saponi, cosmetici e detersivi che ci occorrono in maniera ecologica e meno costosa. Ma di questo ne parleremo approfonditamente nella sezione ” Cura della casa”.

Evitare di comprare plastica è forse il contributo maggiore che possiamo dare ed è la scelta più saggia da prendere. Ogni anno nel mondo si producono 400 milioni di tonnellate di plastica e circa 100 milioni di questa viene dispersa nell’ambiente producendo l’estinzione di ecosistemi, specie animali e specie vegetali. Se pensiamo che in 5 giorni un cittadino italiano produce da solo 1 kg di rifiuti in plastica, di cui una parte minima finisce in discarica (0,6 kg, di cui 0,2 smaltiti in maniera scorretta), le previsioni non possono essere rosee: se il contesto rimarrà immutato, entro il 2030 l’inquinamento dato da questo materiale fin troppo duraturo sarà doppio rispetto all’attuale e gli oceani (dove attualmente finisce l’80% degli scarti in plastica da fonte terrestre) in particolare saranno i più colpiti. Oggi stiamo assistendo a una vera emergenza globale che vede l’estrema necessità di invertire la rotta. Detto questo bisogna favorire prodotti senza imballaggio o con contenitori riciclabili e sostenibili.

Ridurre gli sprechi alimentari. Considerate che secondo la stima della Fao, oltre un terzo del cibo prodotto ogni anno per il consumo umano, cioè oltre 1.3 miliardi di tonnellate, viene sprecato e buttato. Pensate che basterebbe un quarto del cibo che viene buttato ogni anno per sfamare oltre 815 milioni di persone che soffrono la fame. Solo in Italia la stima del cibo sprecato è di 145Kg a persona. Per ridurre gli sprechi basta semplicemente fare una spesa intelligente e comprare solo ciò che siamo sicuri di consumare. In più è interessante informarsi sui molti modi per utilizzare in modo alternativo e utile gli scarti alimentari.

Fare la raccolta differenziata è un comportamento che va a beneficio della comunità e dell’ambiente. I passi avanti fatti sono molti ma c’è ancora molto da lavorare.

Pubblicato da ladilu

fotografa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: